jonata ckb methodology application

Jonata Technology Limited (JTL) è coinvolta nella presentazione di progetti all'Unione Europea, all'ONU e ad altre istituzioni, oltre a seguire un proprio corso in cui vengono affrontati l'uso dei contenuti multimediali, la semantica, l'accessibilità e le questioni sociali. Altri fattori, come l'adozione pervasiva del mobile computing, stanno cambiando le aspettative del mercato e le modalità di accesso ai sistemi e ai servizi informativi. JTL utilizza il CKB come scambio tra le nuove interfacce e paradigmi per mappare e configurare l'integrazione tra gli elementi richiesti.

MAPPATURA CONCETTUALEJTL sta lavorando a un progetto per utilizzare la mappatura concettuale per organizzare e analizzare i flussi di conoscenza in un'organizzazione e successivamente generare sistemi informativi basati su queste strutture. Il Ckb funge da meccanismo per legare le parti componenti in una struttura dinamica. Lo stesso concetto viene utilizzato in un progetto per la creazione di "Destination Management" per l'accesso alle informazioni locali, in città come Venezia, per turismo e fini.

TELEFONIA MOBILE E FISSAJTL ha già lavorato sui sistemi CTI per integrare la telefonia nell'ICT. I sistemi che sono stati implementati includono la gestione remota dei reclami assicurativi, la pianificazione della gestione dei turni dei lavoratori - in particolare nei porti, i sistemi di appuntamenti ospedalieri e l'automazione dei call center - utilizzando l'elaborazione vocale e dei toni. Questi sistemi consentono un metodo unificato di interrogazione dei sistemi informativi. Come evoluzione di questi sistemi Jonata ha sviluppato un gateway che integra anche la messaggistica SMS e MMS, in particolare dai telefoni cellulari, consentendo l'accesso ai dati via SMS. Questo è in fase di sviluppo per la consegna di contenuti turistici e le transazioni bancarie sicure.
INTERFACCE CWA-UMANIJTL sta lavorando a una serie di progetti volti a rendere l'interfaccia utente intuitiva, utilizzabile e accessibile - per tutti - comprese le persone con requisiti e abilità diversi. Questi progetti sono incentrati sul concetto di un'area di lavoro comune progettata per semplificare l'interazione dell'utente e consentire una comunicazione intuitiva con applicazioni e fonti di informazioni. "Senti che Notizia" è un progetto creato per consentire alle persone con disabilità visive di accedere ai giornali, utilizzando input vocali o testuali e il linguaggio naturale, per leggere i giornali. Infatti il ​​lettore è un agente virtuale che è in grado di assimilare i modelli di comportamento degli utenti (voce, "dialetto", preferenze) e agire di conseguenza.